Cerca
 search for information or people
 

L'Ateneo promuove il miglioramento continuo della qualità dei corsi di studio, della ricerca, della terza missione e delle strutture didattiche.

L’assicurazione della Qualità, descritta dettagliatamente a livello d’Ateneo nelle pagine dedicate, promuove un’osservazione nel tempo dei risultati della formazione, della ricerca e della terza missione utilizzando gli strumenti previsti dal sistema AVA (autovalutazione, accreditamento e valutazione del sistema universitario italiano).

Invitiamo a contribuire alla qualità inviando suggerimenti al seguente indirizzo: segnalazioni.studenti.cibio [at] unitn.it

Assicurazione Qualità della Didattica

I corsi di studio del Centro vengono sottoposti annualmente a diverse forme di valutazione della qualità delle attività, in coerenza con quanto indicato nell'art. 15 del Regolamento didattico di Ateneo, emanato con D.R. n. 461 del 27 agosto 2013, modificato con D.R. n. 412 del 2 luglio 2015 e con D.R. n. 841 del 19 dicembre 2016.

Per ciascun CdS è presente un Gruppo di Riesame, che si riunisce periodicamente allo scopo di valutare l'andamento complessivo del CdS, sulla base di tutti gli elementi di analisi presi in considerazione nel periodo di riferimento e delle risoluzioni conseguenti, tenendo anche conto delle eventuali criticità rilevate dalla CPDS. Procede inoltre a redigere i seguenti rapporti: 

  • Scheda di Monitoraggio annuale, che contiene un commento critico sintetico agli indicatori quantitativi forniti dall'ANVUR, attraverso la compilazione di una scheda predefinita
  • Rapporto di Riesame ciclico dei CdS, che consiste in un'autovalutazione approfondita dell'andamento complessivo del CdS, sulla base di tutti gli elementi di analisi presi in considerazione nel periodo di riferimento e delle risoluzioni conseguenti. È prodotto con periodicità non superiore a cinque anni, e comunque in una delle seguenti situazioni: su richiesta specifica dell'ANVUR, del MIUR o dell'Ateneo, in presenza di forti criticità o di modifiche sostanziali dell'ordinamento.

Le opinioni degli studenti sugli insegnamenti e il loro gradimento sono indispensabili nel processo di autovalutazione. I docenti, i gruppi di riesame dei corsi di studio e le commissioni paritetiche docenti-studenti possono così individuare interventi di correzione mirati ed avviare il miglioramento della qualità della didattica.

Assicurazione Qualità della Ricerca e della Terza missione

Il Centro attua la propria politica per l'assicurazione della qualità aderendo al sistema di qualità dell'Ateneo sia per la ricerca che per la didattica, secondo le disposizioni legislative e le indicazioni dell'ANVUR.

Per quanto riguarda la ricerca il CIBIO ha costituito una Commissione di Ricerca che si occupa della pianificazione e verifica annuale degli obiettivi di qualità della ricerca, della elaborazione del Riesame per la ricerca, della rendicontazione in Consiglio sui risultati del monitoraggio e della comunicazione su web dei risultati di ricerca ottenuti.
Il CIBIO ha istituito una serie di misure interne di incentivazione della ricerca che consistono:  nella visibilità particolare di alcuni articoli di ricerca sul sito web, articoli che vengono selezionati ogni tre mesi dalla stessa Commissione Ricerca;  nella definizione (seguendo le indicazioni di ateneo) di misure di sgravio del carico didattico per ricercatori che abbiano ottenuto “progetti carriera” di particolare competitività e prestigio (ad esempio ERC, Fondazione Armenise-Harvard, Telethon, AIRC); nella disponibilità ad un finanziamento da gestire secondo criteri proposti dalla Commissione Ricerca ed approvati dal Consiglio di Centro, inteso a compensare la mancanza temporanea di fondi di ricerca per alcuni ricercatori con ottimo curriculum scientifico, ovvero a complementare fondi ottenuti su bandi competitivi.

Il trasferimento tecnologico è un obiettivo centrale di sviluppo del CIBIO, per il quale si stanno attuando delle iniziative interne al fine di stimolare sempre più i ricercatori a depositare brevetti e al fine di attrarre i capitali necessari a cofinanziare iniziative di start-up biotecnologica sul territorio.

Il CIBIO ha inoltre una grande attenzione per le attività di disseminazione delle conoscenze nel campo biomedico e biotecnologico, che annualmente si traducono nell’organizzazione di eventi indirizzati alla comunità scientifica (summer schools, conferenze) e verso la società (cicli di seminari, caffè scientifici, seminari presso le scuole superiori di della Provincia di Trento, le “Olimpiadi delle Neuroscienze” con le scuole superiori).

Nel sistema di Assicurazione Qualità della Ricerca e Terza missione è prevista la compilazione periodica dei seguenti documenti/banche dati:

  • la SUA-RD, ossia la Scheda Unica annuale della Ricerca Dipartimentale
  • il Rapporto di riesame
Organizzazione per l’Assicurazione Qualità

Il gruppo di lavoro della AQ raccoglie ed elabora le informazioni ricevute dagli organi e referenti del Centro che si occupano della gestione ed organizzazione della didattica.
Questi referenti si riuniscono periodicamente, anche in sedute congiunte, per affrontare le problematiche di loro competenza e riferiscono al Consiglio del Centro di Biologia Integrata di eventuali criticità emerse, proponendo eventuali azioni correttive e migliorative.

Attori del sistema di assicurazione qualità previsti nel Centro:

Direttore

Il Direttore coordina le politiche didattiche e scientifiche del Centro e opera per la loro attuazione, ha la rappresentanza del Centro, presiede il Consiglio e la Giunta e cura l’esecuzione delle loro delibere.

Direttore

Delegato per la Qualità

Il Delegato per la Qualità promuove il miglioramento continuo della Qualità della Didattica, della Ricerca e della Terza Missione del Centro, anche garantendo un continuo confronto tra l'Ateneo e il Centro relativamente alle iniziative di assicurazione della qualità.

Il delegato per la qualità del Centro è il professor Alberto Inga

Consiglio di Centro

É l’organo collegiale del Centro ed è responsabile per l’assicurazione della qualità.
Consiglio di Centro

Commissione Paritetica docenti-studenti (CPDS)

La CPDS è costituita a livello di Struttura Accademica con la maggiore rappresentanza possibile di studenti dei Corsi di Studio a essa afferenti. É incaricata di monitorare l'offerta formativa e la qualità della didattica, di individuare indicatori per la valutazione dei risultati e di formulare pareri sull'attivazione e la soppressione di corsi di studio.
Commissione Paritetica Studenti-Docenti

Coordinatori/Responsabili di Corsi di Studio

Sono i referenti per la progettazione, la revisione del Corso di Studio (CdS) e responsabili della compilazione della scheda SUA-CdS, della schede di monitoraggio annuale e del rapporto di riesame ciclico dei CdS. Devono esercitare un’efficace azione di monitoraggio in merito all’andamento dei CdS, curando l’esecuzione di quanto previsto in sede di riesame, anche in ordine a una periodica revisione degli obiettivi formativi dei CdS, alla verifica del raggiungimento degli obiettivi proposti e intervenendo in maniera tempestiva quando si presentino problematiche.
Il nominativo dei responsabili dei Corsi di studio è disponibile nella pagina dei contatti di ciascun  CdS:

Gruppi di riesame dei Corsi di Studio /Gruppi di Autovalutazione di area didattica

Sono i principali protagonisti del processo di autovalutazione dei corsi di studio, in quanto rappresentano gli attori diretti della messa in atto del processo di riesame. Procedono alla stesura della scheda di monitoraggio annuale e del rapporto di riesame ciclico, garantendo il monitoraggio del CdS e intervenendo in caso di criticità con appropriate azioni di miglioramento.
Gruppi di riesame a.a. 2017/2018

  • CdS in Scienze e Tecnologie Biomolecolari (Biomolecular Sciences and Technology):
    prof. Enrico Domenici
    prof. Alberto Inga
    prof. Olivier Jousson
    Gian Marco Franceschini (studente)
    Erica Silvestri (studente)
    Andrea Tavosanis (studente)
  • LM in Biologia Quantitativa e Computazionale (Quantitative and Computational Biology):
    prof. Enrico Blanzieri
    prof. Enrico Domenici
    prof. Pietro Faccioli
    prof. Fabrizio Granelli
    prof. Graziano Guella
    prof. Alberto Inga 
    prof. Olivier Jousson
    prof. Corrado Priami
    prof. Andrea Pugliese
    Gian Marco Franceschini (studente)
    Luigi Zanovello (studente)
  • LM in Biotecnologie Cellulari e Molecolari (Cellular and Molecular Biotechnology):
    prof. Enrico Domenici
    prof. Alberto Inga
    prof. Olivier Jousson
    Gian Marco Franceschini (studente)
    Erica Silvestri (studente)
    Andrea Tavosanis (studente)

Rappresentati degli studenti

I compiti principali dei rappresentanti degli studenti consistono nel riportare osservazioni, criticità e proposte di miglioramento in merito al percorso di formazione e verificare che sia garantita la trasparenza e la condivisione delle informazioni.

La partecipazione degli studenti è prevista in tutti i gruppi di riesame e nella Commissione Paritetica docenti-studenti.
Rappresentanti degli studenti.

Segnalazioni

Nell'ottica del miglioramento continuo nell'organizzazione dell'attività didattica del Centro, gli studenti e le studentesse possono inviare segnalazioni/suggerimenti al fine di contribuire all'individuazione e alla soluzione di problematiche nella qualità dei servizi didattici o di supporto, inviando una email a segnalazioni.studenti.cibio [at] unitn.it .

Le segnalazioni possono riguardare anche fatti o comportamenti ritenuti inappropriati rispetto ai quali, garantendo la riservatezza, sarà condotta un'adeguata verifica.

Il responsabile della gestione delle segnalazioni presso il Centro sarà il Delegato alla Qualità prof. Alberto Inga.

Si evidenzia inoltre la presenza a livello d’Ateneo dei seguenti organismi di garanzia:

  • Il Garante degli Studenti, figura istituzionale di riferimento per gli studenti, nonché nei loro rapporti con i docenti e con il personale tecnico-amministrativo. 
  • Il Comitato Unico di Garanzia, per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere e contro le discriminazioni, che opera per promuovere e tutelare le pari opportunità e il benessere lavorativo e organizzativo di tutto il personale dell’Ateneo.
  • La Consigliera di fiducia, chiamata a prevenire, gestire e aiutare a risolvere casi di mobbing e di molestie sessuali che vengono portati alla sua attenzione e che hanno luogo nell'ambiente di lavoro o di studio.